crema-gianduia

La crema alla gianduia è una prelibatezza tipica Torinese, ma la sua storia ha origini molto lontane che partono dalle piantagioni del cacao in America Latina per arrivare al cioccolatino come lo conosciamo oggi.

Torino è da sempre una delle città famose per la produzione del cioccolato. Importato a metà del 1500, il capoluogo piemontese diventa uno centri più importanti di produzione del cioccolato, esportando i suoi prodotti in tutta Europa. L’arte cioccolatiera si è così tramandata di pasticcere in pasticcere fino a quando nel 1806 Napoleone Bonaparte impose il blocco delle importazioni dalla Gran Bretagna e dalle sue colonie. Questa decisione influì pesantemente nel commercio del cioccolato che subì un notevole innalzamento del prezzo e difficoltà nel reperire la materia prima stessa.

Non volendo rinunciare all’alta qualità dei loro prodotti, i pasticceri piemontesi, abili ed esperti, sperimentarono soluzioni alternative per rendere ugualmente eccellenti i loro cioccolatini. Il primo esperimento univa nocciole tagliate a pezzetti da unire al cioccolato, ma fu Michele Prochet che nel 1852 ebbe l’idea di mescolare al cacao le nocciole delle Langhe tostate e poi ridotte in polvere finissima. L’unione di questi due elementi diede vita al gianduiotto: un cioccolatino non comune che riscosse un immediato successo.

Fu presentato per la prima volta a Torino in occasione del Carnevale del 1865: la particolarità dell’evento consisteva nel fatto che per la prima volta un cioccolatino veniva incartato singolarmente. Fino a quel momento i cioccolatini altro non erano che pezzetti tagliati da un blocco di preparato più grande. I singoli cioccolatini inoltre vennero distribuiti da una delle più popolari maschere piemontesi, Gianduja, da cui poi nacque appunto il nome “gianduiotto” per questo nuovo prodotto che univa la dolcezza del cacao alla delicatezza delle nocciole.

La gianduia si è poi rapidamente diffusa in tutto il mondo e oggi questa prelibatezza ha conquistato tutti i palati. Che sia una morbida crema o un croccante cioccolatino, la versatilità del suo sapore si abbina facilmente a biscotti, caffè e tè.

La ricetta della crema alla gianduia

Preparare la crema alla gianduia è davvero semplice. Gli ingredienti di cui dovete disporre sono:

  • 40gr di zucchero
  • 20gr di cacao o cioccolato fuso
  • 50gr di nocciole pelate
  • 70ml di latte

Vi basterà tritare molto finemente le nocciole fino a farle diventare una pasta omogenea che si compatterà facilmente per l’alta presenza di oli al suo interno. Versate quindi il latte, lo zucchero e il cacao assieme alla pasta di nocciole in un contenitore capiente e iniziate a mescolare dolcemente il tutto per evitare la formazione di grumi al suo interno. Una volta che gli ingredienti si saranno uniti ben bene tra di loro otterrete una crema liquida ma compatta: per conservarla al meglio e poterla spalmare sui vostri dolci o biscotti, versatela in un barattolo di vetro e conservatela in frigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.