bicchieri

Continuiamo la discussione sul galateo intrapresa qualche post fa: vi avevamo lasciati al panico relativo all’organizzazione del banchetto e il galateo aveva sciolto i dubbi sulle posate, passiamo ora alla scelta dei bicchieri.

Numero e tipo vanno individuati in base al vino che si intende servire, si devono disporre obliquamente davanti al commensale, in alto e a destra del piatto.

La sequenza sarà da sinistra a destra: acqua, vino rosso, un bicchiere più piccolo per il bianco e la flute, che va leggermente arretrata rispetto ai calici.

Addentriamoci nei particolari: il bicchiere dell’acqua, di grandi dimensioni, va messo in direzione della punta del coltello. Subito dopo a destra sulla stessa linea collocheremo i bicchieri del vino.

Il numero massimo di bicchieri consentiti per ogni ospite è cinque: uno per l’acqua, due per i vini rossi, due per i bianchi. Nel momento in cui andremo a servire Spumante, cognac e grappa sistemeremo sulla tavola i relativi bicchieri.

Di fondamentale importanza diviene la lunghezza dello stelo poiché è necessario che il calore della mano non interferisca nella degustazione, per questo motivo il bicchiere non va mai afferrato per la coppa ma per il gambo.

La nostra tavola è quasi pronta! Nel prossimo post esamineremo le caratteristiche che deve possedere il bicchiere affinché i nostri ospiti possano apprezzare al meglio le proprietà di un determinato tipo di vino.

Photo Credit: trasmutazioni.wordpress.com

  • Come si apparecchia la tavola?
    Come si apparecchia la tavola?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.