61447_63447_mele

Nel  1300, dopo un periodo di decadenza dell’arte culinaria, ci fu un risveglio che rappresentò la vigilia dei successivi  splendori gastronomici rinascimentali.

Il grande cuoco Taillevent scriveva infatti le prime ricette di cucina grazie alla sua esperienza proveniente dalle cucine dei monasteri, considerate le migliori scuole in assoluto.

Tra queste ricette, c’era anche  la “Tarte aux pommes”, ovvero la Torta di Mele, così come la conosciamo oggi, fatta eccezione per qualche ingrediente abbandonato nel corso dei secoli.

Lo zucchero è ancora oggi presente in quantità ridotte, dato il forte potere dolcificante del fruttosio contenuto nelle mele. Di particolare interesse era poi l’utilizzo a quel tempo, delle cipolle appassite, molto frequenti nelle preparazioni del 1300 con lo scopo di rendere la torta più dolce.

Dalle origini medievali ai giorni nostri, la torta di mele viene oggi preparata in tutto il mondo ed ogni paese ha la sua particolare variante: dall’Apple Pie americana alla Tarte Tatin francese o al Crumble di Mele inglese.

In Italia troviamo la classica versione lievitata, la crostata di mele tipica della Romagna e lo Strüdel. Quest’ultimo è probabilmente la versione più antica e più fedele all’originaria “Tarte aux pommes” trecentesca.

La Donatella ci tiene alla qualità delle sue creazioni dolciarie. Ecco perché la nostra torta e la nostra crostata di mele, rappresentano al meglio il sapore della genuinità e della tradizione artigiana.

  • Le origini della Torta alle Mele
    Le origini della Torta alle Mele
  • I dolci di Carnevale
    I dolci di Carnevale
  • Muffins alle mele e noci
    Muffins alle mele e noci

1 Commento. Lascia un tuo commento:

  1. by MARTA

    è molto interessante per sapere dipiù sulle ricette

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.