TartellaFragoleAmb copia

Più o meno friabile, più o meno croccante, la pasta frolla è una indiscussa protagonista della pasticceria.
La giusta alchimia di ingredienti semplici crea una base sulla quale si stendono creme di ogni sorta, il punto di partenza per creare dolci crostate e cremosi pasticcini.
Un impasto dal carattere versatile, utilizzato per la creazione di diversi tipi di dessert che hanno però in comune una caratteristica imprescindibile: la friabilità.
Contrariamente a quanto si possa pensare però, la pasta frolla agli esordi accompagnava pietanze dal sapore agrodolce e salato.
Per rintracciarne le origini bisogna recarsi a Venezia, dove una pasta simile alla frolla era già conosciuta dopo l’anno mille, quando si cominciò ad utilizzare la canna da zucchero importata dall’Egitto e dalla Siria.
Alla fine del ‘600 la preparazione della frolla si perfezionò, guadagnandosi la trascrizione nei primi manuali di cucina del ‘700, dove trovava impiego per i pasticci di carne e i timballi accompagnati dalle verdure.
Successivamente i pasticceri tolsero la parte salata e crearono le prime versioni della notissima crostata alla frutta.
La Donatella da sempre fa tesoro degli insegnamenti tramandati dalla tradizione e nelle sue dolci Tartelle alla fragola fa convergere con grande maestria la dolcezza delle fragole e la friabilità di una frolla prodotta con ingredienti semplici, creando un dessert dal sapore delicato e dal retrogusto antico.

    1 Commento. Lascia un tuo commento:

    1. Pingback: ¿Usás La Técnica Que Usan Todos Los Expertos Para Hacer Masas Quebradas Perfectas? | Embajadores de la Pasteleria Italiana

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.